Logo Comunanza Agraria Appennino Gualdese
  • Utente Monte
  • Diventa Utente Monte

Diventare "Utente monte"

I nuclei familiari residenti da almeno 5 anni nel territorio dell'Ente hanno diritto di diventare Utenti Monte, e di partecipare così in prima persona all'amministrazione del patrimonio antico dell'ente collettivo - ovvero le terre di originaria proprietà e i corpi idrici sui quali i residenti esercitano usi civici - così come riconosciuto anche dalla recente legge 168/2017, art.2:

Le comunioni familiari vigenti nei territori  montani continuano a godere e ad amministrare loro beni in conformità dei rispettivi  statuti  e consuetudini, riconosciuti dal diritto anteriore

Tale diritto si esercita esclusivamente dietro istanza del rappresentante del nucleo familiare, presentando (presso la sede della Comunanza Agraria o in occasione delle Assemblee degli Utenti Monte) la richiesta allegata accompagnata dai documenti di identità di di una "tassa" Utente Monte una tantum.

Si entra cosi a far parte della comunione familiare degli utenti monte,  comunità secondo la quale "la terra è il luogo di manifestazione di valori sociali, ambientali e paesaggistici delle comunità di riferimento percepite come ininterrotte catene generazionali"1 e in cui "La terra, in quanto bene collettivo, è astretta all’interesse e dunque al godimento della collettività e delle generazioni future ed è oggetto non già di sfruttamento ma di buon governo"2.

Infatti "Solo le comunità che si trasmettono e conservano per generazioni non solo il bene ma anche il patrimonio sapienziale collegato ad esso, riescono ad acquisire nel tempo una conoscenza profonda dell’ecosistema."3 così da poterlo governare secondo una "nuova declinazione dei fenomeni contrattuali che valorizzi gli interessi ambientali, ossia l’utilizzo razionale e responsabile delle risorse naturali in attuazione del principio dello sviluppo sostenibile. Un contratto ecologico"4.

Poichè solo "le comunità locali che da secoli popolano un ecosistema conoscono i meccanismi profondi, i servizi e i limiti necessari alla sopravvivenza degli ecosistemi stessi"5, riportare le famiglie della comunità gualdese a vivere, conoscere, amministrare in prima persona i propri assetti fondiari collettivi è il fine che la Comunanza Agraria persegue costantemente.

Per qualsiasi dubbio o ulteriore informazione si può contattare la Segreteria della Comunanza Agraria o direttamente in sede, in via Bersaglieri n°1, Gualdo Tadino (aperta il mercoledi e venerdì ore 9:00 - 12:00) o telefonicamente al numero 371 338 4 228 in orario di ufficio.

 

note: 
1: prof. Paolo Grossi, giurista e storico italiano, Presidente Emerito della Corte costituzionale
2,4 : prof. Mauro Pennasilico, docente ordinario di Diritto, Università degli Studi di Bari Aldo Moro
3,5: prof. Giancarlo Montedoro, docente di diritto pubblico dell’economia presso la facoltà di Economia dell’Università LUISS Guido Carli

Comunanza Agraria dell'Appennino Gualdese.
Ente avente personalità giuridica di diritto privato, come stabilito dalla legge 168/2017 - C.F. 00222380545

Contattaci: email segreteria@appenninogualdese.com  - pec: comunanzaappenninogualdese@legalmail.it
In sede: via Bersaglieri n°1, Gualdo Tadino - Aperta il mercoledi e venerdì ore 9:00 - 12:00
Telefono: 371 338 4 228